raffreddamento integrato
Tecnologia

Dissipatori e raffreddamento integrato: chi avrà la meglio?

La Purdue University è un’università degli Stati Uniti, situata nell’Indiana, che da anni si pone in prima linea in tema di bioscienze ed ingegneria. Proprio per questo, alcuni ricercatori hanno recentemente sviluppato un sistema di raffreddamento integrato che potrebbe sostituire i vecchi cari dissipatori esterni. Scopriamo di cosa si tratta.

Dissipatori

Come abbiamo già detto nell’articolo sui dissipatori elettronici, sono dispositivi che consentono di abbassare la temperatura delle componenti elettriche ed elettroniche.

Il nuovo sistema di raffreddamento integrato

Il sistema messo a punto dai ricercatori della Purdue prevede che il fluido di raffreddamento circoli sopra la fonte di calore, andando in ebollizione all’interno di micro canali predisposti appositamente. Il principio è semplice: se il liquido può bollire, la quantità di calore rimovibile aumenta notevolmente. Nei precedenti sistemi di raffreddamento a liquido, il liquido stesso non poteva arrivare ad ebollizione.

Il nuovo sistema tiene anche conto della pressione necessaria per pompare il liquido stesso nei piccolissimi canali, la cui dimensione è stata portata a 10 micron: una diminuzione di 10 volte delle tradizionali tecnologie a raffreddamento canalizzato.

Chi avrà la meglio?

Sicuramente, questo risultato è un grande passo in avanti per i sistemi di raffreddamento dei chip elettronici. Il problema principale da risolvere era la necessità, in caso di sistemi di chip, di realizzare un raffreddamento integrato agli stessi: altrimenti, quello inferiore avrebbe dovuto operare a potenza inferiore, visto che il dissipatore non avrebbe potuto raggiungerli tutti.

Questa innovazione cambierà sicuramente il modo di concepire il proprio armadio rack, e probabilmente nell’arco di qualche anno i dissipatori potranno essere abbandonati a favore di sistemi integrati. Ma questo risultato è molto recente, e va ottimizzato per tutte le situazioni possibili: ci vorrà sicuramente ancora qualche anno. Nel caso di armadi rack di piccole dimensioni, la scelta di dissipatori alluminio rappresenta un giusto compromesso sia economico che funzionale per avere comunque sistemi informativi adeguatamente conservati.

 

Lascia un commento